benessere emotivo: i benefici di avversità

 il contenuto degli archivi dopo 2 anni per garantire ai nostri lettori possono trovare facilmente i contenuti più tempestivo; Per trovare le informazioni più aggiornate, inserisci il tuo argomento di interesse nella nostra casella di ricerca.

E ‘vero: Ciò che non uccide ti renderà più forte. Per un punto.

Beth Elliott allattato sua madre attraverso le ultime fasi del cancro. Meno di due anni dopo, il marito imparato che aveva solo pochi mesi di vita. Sei mesi dopo la sua morte, Elliott si è stato diagnosticato un cancro alla tiroide.

Con Erinn Buckla; Il Rumor: un atteggiamento positivo aiuta a creare un’esperienza positiva; roba Bad accade. Ma è possibile che semplicemente affrontare la vita con un atteggiamento bicchiere mezzo pieno può effettivamente causare le cose migliori che si verifichi; Il verdetto: La felicità nasce sia positivit; un; negativit; Si scopre che una buona dose di pessimismo può, a volte, essere una buona cosa. Uno studio pubblicato dall’associazione psicologica dice che i due terzi dei pessimisti vissuto più a lungo e aveva più sano …

Che cosa faresti se tu fossi il suo? Soccombere al dolore e si sentono in grado di andare avanti con la tua vita? O trovare un modo per affrontare e andare avanti? Elliott, 40, uno studente di college a Hampton, in Virginia., Dice che alla fine rese conto che aveva “una scelta tra la vita e la felicità o lasciare che questo ottenere giù e rimanere infelice.”

Si scopre l’adagio è vero: Alcune avversità nella vita ci rende più forti – o, almeno, meglio in grado di gestire problemi di tutti i giorni. Ma solo fino a un certo punto. Un recente studio ha monitorato la salute mentale e il benessere generale di quasi 2.000 persone per diversi anni, il controllo su di essi tramite sondaggi on-line. È stato chiesto di elencare tutti gli eventi preoccupanti, come il divorzio, la perdita di un genitore, o un disastro naturale, che era loro accaduto prima che iniziasse l’indagine. Essi hanno inoltre riferito eventi avversi che si sono verificati durante il periodo di indagine.

Il risultato sorprendente? Coloro che in precedenza aveva sopportato disagi erano più felici dopo. Erano più duro, in senso buono. “Le persone che non sono mai sfidati dalla vita non hanno l’opportunità di imparare a superare le avversità, che permette loro di sviluppare strategie di coping, individuare chi sono i membri importanti della loro rete sociale sono, e si sentono competenti dopo lo fanno attraverso” dice Roxane Cohen argento, PhD, della University of California, Irvine, psicologo che ha condotto lo studio.

Infatti, mentre tutti reagisce in modo diverso alla tragedia, quelli nello studio che non avevano mai subito momenti difficili tendevano ad avere meno di un senso di benessere generale. Dopo la tragedia, la maggior parte di noi alla fine ritornano al nostro stato precedente del benessere. Ma c’è un limite. Troppi eventi negativi possono sopraffare la capacità di una persona di far fronte. Nello studio, due o tre disgrazie sembravano di migliorare la risposta, ma con ben 15 fattori di stress impedito di coping quotidiana.

Prima della sua morte, il marito di Elliott parlato con lei molte volte circa il suo futuro. Queste conversazioni costruito la sua forza emotiva. “Tutto quello che mi è successo mi ha dato un dono per vedere quanto è forte e capace io sono”, dice.

FONTI

Beth Elliott.

Roxane Cohen argento, PhD, professore, Psicologia & Behavior Sociale e Medicina, Università della California, Irvine.

Mark, D, Journal of Personality and Social Psychology, 2010.

Ozer, E., Psychological Bulletin 2003.

Hensley, P. Journal of Affective Disorders, maggio 2006.